Now Reading
Égalité- Disabili, immunocompromessi, anziani. Consegna gratuita e con precedenza della spesa. Petizione

Égalité- Disabili, immunocompromessi, anziani. Consegna gratuita e con precedenza della spesa. Petizione

Disabili, immunocompromessi, anziani. Consegna gratuita e con precedenza della spesa è la nostra richiesta agli operatori della distribuzione e l’ecommerce in Italia. Una petizione da sottoscrivere e portare avanti.

Disabili, immunocompromessi, anziani. Consegna gratuita e con precedenza della spesa. Per partecipare alla petizione devi accettare le policy sulla riservatezza spuntando la voce qui sotto.

408 firme = 41% dell'obiettivo
0
1,000

Condividi con i tuoi amici:

   

 

Fragilità e disinteresse

L’emergenza Covid-19 ha messo a nudo, ancora una volta, la gravità delle condizioni in cui vivono in Italia le persone più vulnerabili. E il disinteresse diffuso, non solo della politica e l’amministrazione, ma anche del settore privato. Le persone con disabilità tornano utili per le promesse elettorali ritualmente disattese (vedasi esempio caregiver familiari https://www.egalite.org/se-questo-e-uno-stato-disabilita-gravi-e-caregiver-familiari/) e qualche spot pubblicitario. Stucchevole ipocrisia.

Égalité ha già scritto, la settimana scorsa, a Easy Coop https://www.egalite.org/consegna-gratuita-della-spesa-ai-disabili-la-richiesta-di-egalite/ e Coop Alleanza 3.0, Conad, Esselunga, Amazon Prime e Supermercato 24, Conad, Gulliver e Carrefour Italia. Per chiedere attenzione e aiuto alle famiglie dei disabili. Ma il solo riscontro è provenuto da Carrefour https://www.egalite.org/carrefour-italia-consegna-gratis-a-disabili-over-60-gestanti-e-neogenitori/. Insistiamo

Lettera di Égalité ai supermercati italiani. La nostra petizione

Il 17.3.20 Égalité si è rivolta all’Associazione Distribuzione Moderna, ADM. (1) Con una lettera al suo presidente Giorgio Santambrogio, per conoscenza al primo ministro Giuseppe Conte.

L’emergenza Covid-19 tuttora espone le persone con disabilità e immunocompromissione, nonché gli anziani, a gravi difficoltà legate all’impossibilità e/o alla pericolosità di uscire per acquistare i beni essenziali, a partire dalla spesa alimentare.

I servizi sociali, assistenziali e di accompagnamento nonché di trasporto pubblico e privato sono ridotti quando non addirittura sospesi e i servizi di consegna della spesa a domicilio inevitabilmente subiscono ritardi considerevoli, a causa del picco della domanda. (2)

Cosa chiediamo

Chiediamo alla distribuzione moderna in Italia di organizzare subito i servizi di consegna della spesa online, o tramite ordine telefonico, con

▶️ precedenza delle consegne alle persone con disabilità e immunocompromissione, indi agli ultra-65enni,

▶️ consegna gratuita a loro favore. (3)

Un’ulteriore criticità è rappresentata dalla scarsa copertura geografica dei servizi della spesa sul territorio italiano, con particolare riguardo a zone periferiche e piccoli Comuni. Nella consapevolezza dei limiti organizzativi della distribuzione in Italia, invitiamo a organizzare

▶️ reti di solidarietà, anche con il contributo di enti associativi su base locale. In modo da estendere, almeno in questa delicata fase, la possibilità di eseguire consegne a domicilio a favore delle persone più vulnerabili.

Impatto sociale

L’impatto sociale dell’aiuto richiesto è di assoluta evidenza ove si consideri che la sola comunità dei disabili in Italia consta di 3,1 milioni di persone, pari al 5,2% della popolazione. E che 600mila di costoro, già prima dell’emergenza Covid-19, vivevano in condizioni di completo isolamento (si veda al riguardo il rapporto ISTAT Conoscere la disabilità, 3.12.19, https://www.istat.it/it/files//2019/12/NOTA-STAMPA-RAPPORTO-DISABILITA.pdf).

Dopo l’emergenza, l’autonomia ai disabili motori

Nell’occasione segnaliamo il nostro progetto no-profit #SediaIntelligente, che aspira alla produzione su scala industriale di sedie a rotelle dotate di motorini elettrici. Con l’obiettivo di favorire l’autonomia di movimento delle persone con disabilità motoria.

Il progetto industriale è già stato finalizzato e una campagna di donation crowdfunding https://www.produzionidalbasso.com/project/smart-wheelchair/è stata lanciata l’8.3.20, con il sostegno di Banca Etica, per avviare la produzione. Preghiamo tutti di voler contribuire con una donazione anche simbolica e soprattutto invitando i propri cari a fare altrettanto. Contagiamoci di Bene!

Grazie!

See Also
Genova

Dario

#Égalité

Note

(1) ADM rappresenta Federdistribuzione, ANCC e ANCD (coop e Conad) e la galassia di supermercati e superette come CRAI, Coralis, Sigma, etc.

(2) È indispensabile garantire alle persone vulnerabili la continuità degli approvvigionamenti, anche per prevenire carenze nutrizionali che possono incidere negativamente sulla capacità dell’organismo di reagire alle infezioni o comunque comprometterne le funzionalità. V. https://www.greatitalianfoodtrade.it/salute/coronavirus-e-infezioni-come-rafforzare-le-difese-degli-over-65-con-una-buona-dieta

(3) La fragilità economica delle persone con disabilità gravi è facile a intendersi, dovendo esse vivere di un’indennità di accompagnamento che nel 2020 è pari a 520€/mese, ed eventualmente della pensione d’invalidità da 286€

Firma la petizione

Ricordati di condividere ai tuoi amici questa petizione.

Iscriviti al nostro canale Youtube.

© 2019 Égalité Onlus,
no-profit Organization
Lungotevere di Pietra Papa 111
00146 Roma
Codice Fiscale 96411760588
 Licenza Creative Commons
Égalité è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale
Scroll To Top